Citazioni

Da: L'attimo fuggente (Carpe Diem)

Keating:  Dunque: chi di voi è Pitts? Molto bene, vuole aprire il suo libro a pagina 503?
                   Legga la prima strofa della poesia che ci trova.
Pitts:          “Oh vergine cogli l’attimo che fugge"?
Keating:   
Sì, proprio quella. E’ appropriata, no?
Pitts.          Cogli la rosa quando è il momento,
                    che il tempo, lo sai, vola
                    e lo stesso fiore che sboccia oggi,
                   domani appassirà.
Keating:    Grazie mille, Pitts.
                    Cogli la rosa quando è il momento, in latino, invece, si dice Carpe diem”. Chi
                     lo sa che cosa significa?”
Maeks:     Carpe diem, cioè cogli l’attimo.
Keating:    Molto bene, signor?
Maeks:       Maeks.
Keating:    Maeks, mi ricorderò il suo nome.
                   
Cogli l’attimo, cogli la rosa quando è il momento.
                    Perché il poeta usa questi versi?
Charlie:    Perché va di fretta!
Keating:   No, diing! Grazie per aver partecipato al nostro gioco.
                    Perché siamo cibo per  i vermi, ragazzi! Perchè, strano a dirsi ragazzi, ognuno di 
                    noi,    un giorno  smetterà di respirare, diventerà  freddo e morirà.

                    Adesso, avvicinatevi tutti e guardate questi visi del passato.
                    Lì avete visti mille volte, ma non credo che li abbiate mai guardati, non sono molto 
                   diversi da voi, vero? Stesso taglio di capelli, pieni di ormoni, come voi, invincibili,
                   come vi sentite voi. Il mondo è la loro ostrica, pensano di essere destinati a grandi
                   cose, come molti di voi, i loro occhi, pieni di speranza, proprio come i vostri.
                  Avranno atteso finché non è  stato troppo tardi per realizzare almeno un briciolo del 
                  loro potenziale? 
                  Perché vedete, questi ragazzi, ora, sono concime per i fiori. Ma se ascoltate 
                  con attenzione, li sentirete bisbigliare il loro monito. Coraggio, accostatevi, 
                   sentite?

                    Carpe diem, carpe diem… cogliete l’attimo, ragazzi.
                    Rendete straordinaria la vostra vita.

………………………………………………………………………………………………………………………………..

Se noi ombre vi abbiamo offeso, per poterci dare il perdono: fate conto di aver dormito, mentre queste visioni apparivano e che a mostrarvi paesaggi immaginari sia stato un sogno.
Signori, non ci rimproverate.
Se ci perdonate… rimedieremo!
Ascoltate l’onesto Puck: se avremo la grande sorte di sfuggire ai vostri insulti, potremo rimediare, signori. Che Puck non è un mentitore.
Quindi: buonanotte a tutti voi!
Datemi la mano e siamo amici! e pook i danni vi rifonderà.
(da: sogno di una notte di mezza estate-Shakespeare)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...